Menu

Storia delle Console (Console History)

Non è semplice delineare con precisione l’origine dei videogiochi: alcuni si spingono a considerare le prime macchine da calcolo (Babbage, 1822) come i diretti antenati, mentre altri, più realisticamente, ne individuano la nascita tra il 1950 e il 1970.

Quest’ultima ipotesi è fortemente avvalorata da quello che viene riconosciuto come il primo videogioco della storia, ovvero “Tennis per 2” rilasciato il 1958. Il videogioco è sviluppato da Willy Higinbotham al Brookhaven National Laboratory (Usa) e consiste in una specie di PONG giocabile su un oscilloscopio (il video). Nonostante sia molto rudimentale, il gioco diventa decisamente popolare tra i visitatori del laboratorio, fortemente incuriositi da quella “scia” che si muove sul minuscolo schermo a tubo catodico. Higinbotham muore nel 1995 senza aver mai brevettato il suo videogioco, ma, in ogni caso, avendolo creato sul lavoro, il brevetto sarebbe appartenuto al governo degli Stati Uniti d'America, consegnando di fatto agli USA la paternità della nascita dei videogiochi.

tennisx2

Tennis per 2

Nel 1961 lo studente universitario Steve Russel crea su un P DP-1 il primo vero videogioco, Space War in cui due astronavi (WedgeNeedle) si sfidano nello spazio a colpi di missili. La primissima versione del gioco viene arricchita nei mesi successivi con l'introduzione del punteggio e della funzione di “Iperspazio” che permette all'astronave di scomparire ed apparire in un punto random dello schermo. Nel 1962 viene presentata la versione definitiva che occupa circa 9 KByte.

spacewars

Space Wars

Il gioco si diffonde rapidamente nelle università americane e comincia a stuzzicare la fantasia di Nolan Kay BushnellBill Pittsche, come vedremo, avranno un ruolo fondamentale nella storia dei videogiochi.

Nel 1966 Ralph Baer, impegnato nello sviluppo di nuovi televisori, crea il primo prototipo di console casalinga creando un gioco di nome Wipe Out, nel quale i due punti devono inseguirsi con lo scopo di eliminarsi a vicenda. Il team di Baer si allarga con l'ingresso di Bob Tremblay e di Bill Harrison (che progetta la prima light-gun, utilizzata non per i giochi di mira ma per dei quiz-game) e insieme  cominciano a mostrare il loro prodotto a varie aziende di elettronica nella speranza di convincerle a produrla. 

ralphbaer

Ralph Baer

Due anni dopo (1968) Nolan Kay Bushnell si laurea e comincia a lavorare per l'Ampex mentre in privato si concentrata sullo sviluppo di una console da bar che lui chiama  Computer Space

computer_space

Computer Space

Nel 1969 tramite la Nutting Associates riesce ad avviarne la commercializzazione, ma il prodotto deve fare i conti con i flipper, meno complicati, più belli da vedere e fonte certo di guadagno per gli esercenti. Nolan però, convinto della bontà del proprio prodotto, ci riprova nel 1971 e,  dopo essersi licenziato dall'Ampex, crea la mitica Atari che, inizialmente, per finanziare le proprie attività si occupa anch’essa prevalentemente di affittare e gestire flipper.