Menu

PC DOS 6.x

Il 19 Giugno del 1993 IBM rilascia la prima versione realizzata in proprio del DOS: il PC-DOS 6.1 (saltando la release 6.0 per non creare paragoni diretti con quella Microsoft).  In realtà il sistema contiene ancora parti derivate dall’MS-DOS tanto da rendere ancora necessario l'inserimento dei riferimenti al copyright di BigM.

Come il DR-DOS 6 prima e l'MS-DOS 6 dopo, la nuova soluzione IBM ingloba una serie impressionante di utility: SuperStor/DS per la compressione del disco, IBM Antivirus (derivato da Central Point)Defrag (derivato da Symantec), un sistema avanzato di Backup, l’editor full-screen “E”, un PIM e l’utility RamBost per l'ottimizzazione della memoria.

Ad essere precisi SuperStor/DS, inizialmente, non viene fornito proprio "in-bundle", ma la confezione del PC DOS contiene un coupon per richiederlo gratuitamente.

Tutti i tool sono mediamente superiori rispetto agli omologhi del rivale Microsoft: si pensi all'Undelete che, a differenza di quello incluso dell'MS-DOS (sempre derivato dai prodotti Central Point), permette di recuperare anche le directory cancellate e non solo i file. A differenziarlo dal prodotto concorrente di Microsoft sono anche gli Alarm, che evidenziano la sovrascrittura dei file, ripresi poi, a sua volta, dall'MS-DOS versione 6.2.

pcdos63_undelete

L'Undelete avanzato del PC DOS 6.x

Da segnalare, inoltre, che il PC DOS 6.1 introduce per la prima volta il supporto per i sistemi basati su Pen e PCMCIA (PC Card).

ibmdos61

package IBM DOS 6.1

A settembre dello stesso anno viene rilasciata un fix update che risolver alcuni problemi di compatibilità, ma nonostante gli sforzi di IBM, il DOS in "blue" non riscuote un grande successo (esattamente come per la soluzione Digital Research), complice un'ottima strategia Marketing di Microsoft che relega la soluzione BigBlue ai suoi soli sistemi, comunque rappresentativi di una fetta considerevole del mercato.

Il 27 aprile del 1994 IBM rilascia il PC DOS 6.30,ponendo rimedio ad una serie di bug minori ed offrendo: MSCDEX per l'utilizzo delle unità CD-ROM, il supporto a diverse unità di backup, il supporto avanzato alle pc-card ed un editor di testo migliorato. Fondamentali risultano le modifiche effettuate alle utility Ramsetup e Rambostper recuperare quei KByte in più da destinare alle applicazioni, Windows in primis.

IBM rilascia anche una versione 6.33 OEM, probabilmente per correggere alcuni bug della release 6.30, creando inoltre l'assonanza con l'MS DOS 6.22.

pcdos63_ramboost

RamBoost in azione

Il punto debole del sistema resta comunque SuperStor/DS, non all'altezza dei concorrenti diretti, ovvero DriveSpace (incluso nell'MS-DOS 6.22) ma soprattutto il leader del settore Stacker. Dalla versione 7 IBM risolverà il problema sostituendo Superstor/DS proprio con Stacker.

Release ufficiali:

· 6.1 (retail), 19 giugno 1993, prezzo full: 189.00$, upgrade: 109.00$

· 6.3 (retail), 27 aprile 1994, prezzo full: 127.00$, upgrade: 77.00$ (gratis da PC DOS 6.1)

· 6.33 (OEM)

ibmdos63

package IBM DOS 6.3