Menu

Lotus SmartSuite History

Nell’autunno del 1991 Lotus decide di buttarsi nella mischia delle Suite Office per Windows con la propria SmartSuite, che si presenta con Freelance per Windows, 1-2-3 per Windows 1.1, cc:Mail, MailPro per Windows 2.0.

smartsuite 1 

SmartSuite 1.0 package

Così, finalmente, la società di Kapor si avvicina al mondo Windows e rilascia la prima versione per l’ambiente Microsoft dello storico 1-2-3, che, però, si rileva lento e pieno di bug, relegandosi a soluzione di secondo rango rispetto ad Excel e QuattroPro.

123win1 

Lotus 1-2-3 per Windows

Inoltre SmartSuite è una suite decisamente anomala se paragonata ai diretti competitor. Manca infatti un wordprocessor e un database, mentre è presente cc:Mail (acquistato da PCC Systems per 32 milioni di dollari) che permette di inviare email con una qualsiasi delle applicazioni della suite, perfettamente in linea con la network-philosophy di Lotus. Proprio questa caratteristica è particolarmente apprezzata da IBM che decide di utilizzarla a corredo dei propri sistemi, conferendo lustro a SmartSuite, anche in virtù dell’ampia influenza che il gigante di Armonk ha nel settore networking. Al contempo, la suite comincia ad essere fornita in bundle da diversi produttori OEM.

L’assenza di un wordprocessor, però, è un grave handicap da colmare velocemente, per cui Lotus decide una strada diversa da quella che ci si sarebbe potuto aspettare: piuttosto che effettuare una conversione delle proprie applicazioni DOS Based (o comunque sfruttarne il know-how di sviluppo relativo), la società effettua una serie di acquisizioni. Per 50 milioni di dollari fa propria Samna e il wordprocessor AmiPro per Windows (Ami è stato il primo Wordprocessor per Windows 2.x nel 1988, anticipando Word per Windows di 1 anno) e aggiorna SmartSuite alla versione 1.2 (1992).

ami1h

ami7

AmiPro 3.0 per Windows

Con questo aggiornamento arriva anche Lotus 1-2-3 per Windows 4.0 (il numero di versione viene scelto sia per allinearsi a quello di Excel, sia per dare continuità a quello DOS), decisamente migliorato rispetto al suo diretto predecessore. Da segnalare che di AmiPro viene proposta anche una versione “entry level” chiamata Lotus Write.

Il rilascio di nuove versioni continua velocemente e, lo stesso anno, Lotus presenta SmartSuite 2.0, con Lotus 1-2-3 per Windows 4.0, Ami Pro 3.01, Freelance 2.01, cc:Mail client e Organizer 1.1 (PIM), frutto dell’acquisizione di Threadz. Nel 1993 arriva la versione 2.1 che aggiunge Approach 2.1 (DB) e rimuove cc:Mail. Anche i questo caso, il nuovo arrivato, deriva da un’acquisizione, nello specifico dell’monomia start-up Approach.

Ovviamente Lotus è interessata anche ad altri sistemi operativi, prima tra tutti OS/2, visto il suo forte legame con IBM. Così parallelamente alla versione 2.0 per Windows, rilascia (1993) SmartSuite per OS/2 1.0, comprendente: Lotus 1-2-3  2, AmiPro 3.0, Freelance Graphics 2, cc:Mail per OS/2, seguita a ruota da SmartSuite per OS/2 1.1 con Lotus 1-2-3  2.1, AmiPro 3.0a, Freelance Graphics 2.1, cc:Mail per OS/2 e il nuovo Lotus Application Manager.

Il 1994 è l’anno di SmartSuite 3.0, con Lotus 1-2-3 v.5, Approach 3.0, Ami Pro 3.01, Freelance Graphics 2.1, Organizer 1.1, SmartCenter 1.0 e ScreenCam 1.1. 1-2-3 è ora in grado di importare i fogli realizzati con Excel 5, mentre particolare enfasi viene posta sulla forte sinergia di Ami Pro con Lotus Notes (per il lavoro in ambito networking). Al contrario, le applicazioni della suite sono ancora  scarsamente integrate, tant’è che solo 1-2-3 e Approach supportano OLE 2.0 e quindi il drag-and-drop diretto di dati tra esse.

lotus123 v5 

Lotus 1-2-3 v.5