Menu

Mac OS X 10.3 “Panther”

Mac OS X 10.3 Panther viene rilasciato il 24 ottobre del 2003, dopo  l'annuncio avvenuto al World Wide Developers' Conference (WWDC) di giugno dello stesso anno.

Come sempre è Jobs a presentare la nuova creatura Apple:

“Panther sets the new gold standard for operating systems. With more than 150 new features, we’re delivering innovations today that will not be seen in any other operating system for years to come.”

Già dal nome, questa nuova versione del sistema Apple si pone come una release di consolidamento. Infatti la “pantera” è una sorta di sinonimo per la famiglia dei felini neri, tra cui rientrano il giaguaro (Jaguar = Mac OS X 10.2) e il puma (Puma = Mac OS X 10.1), che di fatto evidenzia come il nuovo OS sia una sintesi di quanto di buono seminato con le versioni precedenti.

Le risorse richieste sono assolutamente in linea con i suoi predecessori: processore G3 (233 MHz), 128 MB di RAM (meglio 512) e 1.5 GB di spazio libero su disco.

macosx103

Mac OS X 10.3 Panther

Tra le 150 novità annunciate da Apple, sicuramente quella con cui gli utenti entrano subito in contatto sono le nuove finestre “metal”, in netta contrapposizione con le precedenti trasparenze.

Panther migliora notevolmente l'esperienza d'uso con la "Places sidecar" che visualizza una lista di tutti i volumi montati (hard disk, CD, DVD, file server, ecc.) e una lista, personalizzabile, di cartelle e file utilizzai di frequente. La Places Sidebar è direttamente ispirata alla playlist di iTunes, i cui elementi possono ora essere ricercati dal motore di ricerca come se fossero elementi qualsiasi del sistema. Ciò avviene anche per le eMail.

Sul versate Web viene introdotto ufficialmente SAFARI, il nuovo browser basato su WebKit ed interamente made di Cupertino.

macosx103_safari

Safari

Il TextEdit integrato è ora in grado di visualizzare (ed in teoria modificare) i file di Word mentre Anteprima è in grado di lavorare più agevolmente con i PDF.

Dal punto di vista puramente "tecnico", questa nuova versione porta con se il supporto nativo all’engine grafico XQuartz (o X11 che si voglia) che garantisce una risposta più fluida dell'intero ambiente grafico.

Una caratteristica particolarmente utile è Exposé che permette agli utenti di riorganizzare le finestre ed individuarne rapidamente una grazie alla combinazione di tasti o "punti sensibili". Si può così ottenere:

  1. - la visualizzazione di tutte le finestre aperte in quel momento, riducendole a delle miniature (F9);
  2. - la visualizzazione di tutte le finestre aperte associate al programma che, in quel momento, è in esecuzione in primo piano (F10);
  3. - lo spostamento a lato tutte le finestre, mostrando il desktop sgombro (F11).

macosx103_expose

Exposé

Panther aggiorna iChat ad iChat AV che aggiunge funzionalità basate sulla gestione dell'AUDIO e del VIDEO permettendo, ad esempio, di usare entrambi per comunicare on-line. Viene inoltre introdotta la caratteristica Rendezvous Zero Config, che consente di aggiungere automaticamente tutti gli utente della rete locale alla propria lista dei contatti, così come FileVault pensato per la crittografia dei file presenti nella cartella Home dell’utente.

La release iniziale è interessata addirittura da 9 aggiornamenti: dalla release 10.3.1 (10 novembre 2003) alla 10.3.9. (15 aprile 2005), sostanzialmente a cavallo dell’uscita di Tiger.