Menu

Apple DOS 3.1

L'Apple DOS 3.1 viene rilasciato a giugno del 1978 ed è la prima release pubblica.

Si tratta del primo sistema operativo basato su dischi per l'hardware della Mela, pensato per l'Apple II con l'Integer BASIC.
Questa prima versione non brilla certo per la sua user experience, e si presenta con diversi problemi legati alla non completa affidabilità del Disk Drive II e ad una serie di bug, come, ad esempio, l'impossibilità di eseguire un comando di READ o di WRITE se posizionati oltre la 255esimia riga di codice di un programma. Inoltre non è contemplata la possibilità di avere più comandi per riga. Una scelta indovinata, invece, è quella di utilizzare un pattern per i messaggi di errore simile a quello impiegato per l'Integer Basic, così come mostrato nella figura seguente in cui è visibile l'errore associato al tentativo di caricare un file di tipo "B" (binario) con il comando LOAD:

dos31 error
Messaggio di Errore del DOS 3.1

L'Apple DOS 3.1 supporta quattro tipi di file, identificati con le seguenti lettere:

  • "I": programmi per l'Integer BASIC (salvati in un particolare formato compatto e non testuale);
  • "A": programmi per l'Applesoft BASIC (salvati anch'essi in un formato compatto);
  • "B": per i file binari, ossia programmi in linguaggio macchina oppure file di dati;
  • "T": file di testo in formato ASCII (ad esempio file batch non compressi).

Il System Master Disk 3.1 si presenta con il contenuto mostrato nello screenshot seguente:

dos31 disk
Contenuto System Master Disk Apple DOS 3.1

Allo start-up del sistema viene automaticamente eseguito Hello, che semplicemente visualizza sul monitor una sorta di messaggio di benvenuto.

dos31 hello
Hello

Gli altri file rappresentano:

  • ANIMALS, un esempio di programma scritto in Integer Basic;
  • COLOR DEMOS, versione su floppy di un programma demo prima fornito su cassetta;
  • MASTER CREATE e RAWDOS, creano un nuovo "Master Disk". Il DOS 3.1 è affetto dal bug "slot 7" che non consente di creare un nuovo Master Disk se il controller del disco non è collegato al settimo slot di espansione. Il problema sembra di poco conto ma, per scelta progettuale, in tale slot viene inserita la Scheda Video;
  • APPLESOFT, il nuovo interprete BASIC con il supporto ai numeri in virgola mobile.


La maggior parte dei problemi vengono risolti con un update che però mantiene invariato il numero di versione.