Menu

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /web/htdocs/www.storiainformatica.it/home/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 175

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /web/htdocs/www.storiainformatica.it/home/libraries/cms/application/site.php on line 272

Deprecated: Non-static method JApplicationSite::getMenu() should not be called statically in /web/htdocs/www.storiainformatica.it/home/templates/gk_news/lib/framework/helper.layout.php on line 175

Deprecated: Non-static method JApplicationCms::getMenu() should not be called statically in /web/htdocs/www.storiainformatica.it/home/libraries/cms/application/site.php on line 272

RiscOS

riscosNel 1985 la Acorn Computers Ltd realizza il processore ARM (Acorn Risc Machine) e, contemporaneamente, inizia lo sviluppo di un nuovo sistema operativo per esso, denominato RISC OS: Reduced Instruction Set Computer Operating System.

Il processore ARM cattura da subito l’attenzione del settore embedded e mobile per via della bassa potenza assorbita che elimina, di fatto, la necessità della ventola di raffreddamento. Prima di continuare è interessante fare una piccola nota campanilistica: proprio nel 1985 (20 febbraio) la società venne acquisita dalla Olivetti che a settembre dello stesso anno arrivò a detenerne il 79% delle azioni. Nel novembre del 1990 per lo sviluppo di ARM viene fondata una società specifica denominata ARM Ltd, posseduta al 43% da Acorm ed Apple (che utilizzava la cpu ARM per il proprio palmare Newton) e che oggi ha un valore stimato di 4 miliardi di dollari.

Ma torniamo a RISCO OS.

RISC OS (si pronunica: Risk oh ess) ha molti elementi in comune con ARM: piccolo, efficiente e sensibilmente veloce grazie alla scrittura in codice altamente ottimizzato in assembly ARM. RiscOS è multitasking e con interfaccia grafica a finestre ad alta risoluzione. La cosa strabiliante è la sua ridottissima occupazione che permette di installarlo su ROM e non su disco, portando i tempi di avvio a soli 4 secondi e proteggendolo da manomissioni da parte di virus e worm.

Quando nel 1987 viene rilasciata la prima versione, RiscOS era molto diverso rispetto ai sistemi operativi del periodo e, dal punto di vista funzionale e in parte anche graficamente, rassomigliava sorprendentemente agli attuali Mac OS X e Windows. 

bigarthur

Arthur 

La GUI, chiamata "Arthur" introduce l'anti-aliasing nella visualizzazione dei font anche nella modalità a 16 colori. Ma la più grande innovazione è l'introduzione di una taskbar (che Acorn definì "Dock") che mostrava le applicazioni attive e permette di avere a portata di mano shortcut per il lancio delle applicazioni più utilizzate. Un'idea, questa che è stata ripresa sia da Microsoft che da Apple, alcuni anni dopo.

Il sistema supporta pienamente il drag&drop ed ha un pop-up menu sensibile al contesto e quindi dipendente dalla posizione in cui viene effettuato il click.

Nonostante questi elementi innovativi, Microsoft offusca completamente l’OS di Acorn. Le difficoltà economiche della società portano ad uno spin-off chiamato RISCOS Ltd che prende in carico lo sviluppo dell’omonimo OS. La nuova società ottiene a marzo del 1999 i diritti di sviluppo ed il sorgente di RiscOS da Element 14 (alias Acorn) e mette in cantiere il rilascio della release 3.8. Poco dopo i diritti di RiscOS vendono ceduti da Element 14 a Page Micro Technology  che insieme a RiscOS Ltd continua lo sviluppo dell’OS rilasciando la versione 4 nel luglio del 1999. Le cose si complicano ulteriormente quando, nel 2003, Castle Tecnology acquisisce da Page Micro Technology i diritti esclusivi di RiscOS e intenta una causa contro RiscOS Ltd per rivendicarne la proprietà. 

bigriscos4

RiscOS 4

Comunque Castle Tecnology, oltre a preoccuparsi degli aspetti legali, rilascia le versioni 5.x di RiscOS che si differenzia delle release 4.x per l’utilizzo di un Program Counter interamente a 32bit e non a 26bit, cosa  che ne migliora notevolmente le perfomance. Per il resto i due sistemi sono essenzialmente identici con miglioramenti (rispetto alle release 3.x) nella gestione dei dischi e dei file/directory. La serie 5.x è disponibile solo per installazione su ROM, mentre la 4.x è disponibile anche per l’installazione su disco.

RiscOS Ltd., nonostante le difficoltà, continua lo sviluppo del proprio filone dell’OS e nell’Aprile de 2007 rilascia la versione 6.06 dell’Os, aggiornata un anno dopo alla 6.10 e la 6.16. La serie 6.x lavora anch’essa con un Program Counter a 32bit e porta in dote una serie consistente di miglioramenti alla GUI che ne semplificano notevolmente l’utilizzo. Inoltre è rilasciata una versione “26bit” compatibile per gli aggiornamenti delle release 4.x.

riscos6 

Risc OS 6 

Attualmente lo sviluppo di RiscOS è ancora curato da RiscOS Ltd.

Versione

Data

Info

Arthur

1987

Sviluppato interamente in BBC Basic

RiscOS 2

1988

Pre-versione dalla dimensione di 512 kbyte

RiscOS 3

1992

2 MB. Programmi direttamente integrati nella ROM

RiscOS 3.5

1994

Prima versione di Risc PC

RiscOS 3.6

1995

4 MB. Supporto per gli hardisk di grandi dimensioni e per funzionalità di rete estese

RiscOS 3.7

1996

Supporto per le CPU StrongARM

RiscOS 4

1999

Versione ottimizzata (oltre il 40% più veloce), nuovo gestore dei file

RiscOS 4+

2001

Piccoli miglioramenti rispetto alla precedente

RiscOS 4.32

2002

Select 2 Beta

RiscOS 4.36

2003

Select 3, Kernel 6.45

RiscOS 4.39

2004, Giugno

Upgrade

RiscOS 5.10

2005, Settembre

(Castle Tecnology) Program Counter a 32bit

RiscOS 5.11

2006, Febbraio

(Castle Tecnology) RISC OS 5.11, bug fixes e complete ricompilazione della ROM con il compilatore C/C++ di Norcroft

RiscOS 6 Pre

2006, Novembre

Preview

RiscOS 6.06

2007, Aprile

RISC OS 6.06, RISC OS Select 4i2

RiscOS 6.10

2008, Aprile

RISC OS 6.10, RISC OS Select 4i4