Menu

Storia di Windows Mobile

 windows mobile logos

Dopo anni di dominio nel mondo mobile di fascia alta con Windows CE (Mobile), in cui ha sfiorato il 50% del mercato, Microsoft si è trovata del tutto impreparata a fronteggiare le nuove sfide dettate dalla conquista del mercato consumer degli Smartphone e dei due principali sistemi operativi che li hanno accompagnati: Apple iOS e Google Android.
La casa di Redmond si è vista ridurre ad una quota insignificante la propria presenza ed ha dovuto innovarsi drasticamente per tentare di recuperare (impresa ardua) il terreno perduto. Così nasce Windows Phone 7 (WP7) che sostituisce Windows Mobile 6.x ed introduce una nuova UI basata sulle Tiles (piastrelle), aprendo così le porte ad un modo completamente diverso di concepire l'utilizzo degli smartphone (e non solo) rispetto ai diretti concorrenti. 

wp7tiles

Le Tiles del nuovo Windows Phone

WP7 è però ancora basato sul Kernel CE ed è solo con Windows Phone 8 / 8.1 che tale legame si spezza definitivamente, essendo la nuova versione realizzata sulla stessa base di Windows 8, ovvero il cosiddetto Kernel NT. Con l'arrivo di Windows 10 mobile (scompare la dicitura "phone") l'integrazione tra le diverse edizioni di Windows diventa realtà: un'unica piattaforma per i diversi device.