Menu

AmigaOS 4.x

Il 24 dicembre del 2006 viene ufficialmente rilasciato AmigaOS 4.0, sviluppato da Hyperion Entertainment con il benestare di KMOS, che nel 2004 ha acquistato Amiga Inc., (ex Amino Development), che, a sua volta, nel 1999 aveva acquisito i diritti del marchio Amiga da Gateway 2000.

amigaos 40

AmigaOS 4.0

Questa nuova release elimina definitivamente il legame alla vecchia architettura hardware Amiga e quella relativa ai processori Motorola 68k (per i quali viene comunque reso disponibile uno specifico emulatore). Infatti la piattaforma di riferimento è ora esclusivamente PowerPc e per essa viene scritto il nuovo Kernel ExecSG (Exec Second Generation) che implementa funzionalità avanzate come: memoria virtuale, paginazione della memoria e resource tracking. In realtà la virtualizzazione dell'Address Space (per estendere gli indirizzi virtuali a 4GB) è a livello di intero sistema e non di singolo processo, lasciando ancora presente il problema della protezione della memoria. Lo stesso AmigaDOS è ora sviluppato senza il supporto alle componenti scritte in BPCL necessarie a garantire la compatibilità con le precedenti versioni.

Il resto del sistema operativo si basa largamente sul codice sorgente di AmigaOS 3.1 e in parte su quello di AmigaOS 3.9 sviluppato da Haage & Partner. Questo perché Amiga Inc. decide di staccarsi da Haage & Partner ed affidare la realizzazione del nuovo sistema esclusivamente ad Hyperion partendo dal codice di sua proprietà, visto che le versioni 3.5 e 3.9 sono state sviluppate dall’ex alleato, decisamente e comprensibilmente restio a condividere il proprio codice sorgente. E’ doveroso sottolineare che nei piani originali, Amiga Inc. avrebbe dovuto collaborare sia con Haage & Partner che con Hyperion per la realizzazione di AmigaOS 4.0.

Il nuovo Workbench si basa completamente su ReAction (abbandonato definitivamente classACT) e su una nuova versione dei GadTool, contemplando sia i font TrueType che PostScript. L’elemento che viene maggiormente migliorato è la DockStation “AmiDock”, molto più personalizzabile ed adattabile ai vari contesti.
Finalmente lo stack TCP/IP è nativo, mentre fa la sua comparsa il nuovo FastFileSystem2, che supporta un maggior numero di caratteri nel nome dei file e non soffre del numero limitato di partizioni/drive del suo predecessore. Viene anche introdotto il nuovo SmartFileSystem di tipo journaling. Restando sempre legati alla gestione dei dischi arrivano MediaToolbox e PartitionWizard, mentre viene ora supportato il CDFS per i supporti ottici.

amigaos 40b

AmigaOS 4.0 preferences 

A Settembre del 2008, AmigaOS raggiunge la release 4.1, realizzando un importante salto qualitativo e prestazionale. La sua distribuzione è affidata ad ACube, a cui si deve la cura dell’intero brand (box e manuale).

amigaos 41

AmigaOS 4.1

Il Kernel ExecSG viene migliorato nei suoi vari aspetti e il sistema di paging della memoria diventa “intelligente”. Viene introdotto il nuovo file system JXFS che insieme alla nuova versione dell’AmigaDOS supportano a pieno l’architettura a 64bit.

Il Workbench si avvale di un nuovo sottosistema per l’accelerazione 3D e di “Cairo” per il rendering 2D, ampiamente sfruttato dalle trasparenze della nuova AmiDock. Interessante l’introduzione del nuovo Picture Transfer Protocol (PTP) per il supporto alle fotocamere digitali.

A maggio del 2012 Hyperion annuncia di essere al lavoro su AmigaOS 4.2, mentre, attualmente, la versione 4.1 ha raggiunto l’Update 6 il 30 Novembre 2012 che, tra le altre cose, aggiunte la nuova funzione di Auto Update.