Menu

BeOS diventa maturo

Durante il MacWorld dell'agosto 1996 viene mostrato, per la prima volta al pubblico, il sistema operativo BeOS (vers. DR 7/DR.8) funzionante su un Power Macintosh.

 bedesktopdr8

BeOS DR8

La stessa Apple resta impressionata dal sistema tant’è che, per superare la grave crisi in cui era precipitata, avvicina Be inc. con l’intenzione di acquisirla completamente e fare di BeOS il suo nuovo sistema operativo. Questa mossa permette a Gassée di far conoscere la sua società al grande pubblico e giocare il ruolo forte nelle trattative con la sua ex compagnia.

L’acquisizione però non va in porto poiché le due società non riescono a raggiungere velocemente un compromesso economico che soddisfi entrambe. A complicare il tutto, però, è la comparsa di un soggetto terzo noto ad entrambi: si tratta di Steve Jobs che riesce a convincere i vertici della Mela ad acquistare NeXT (fondata dopo essere stato licenziato dalla stessa Apple) per 400 milioni di dollari, quasi il doppio di quanto chiesto da Be Inc .

BeOS continua comunque il proprio percorso e viene rilasciato al pubblico a metà del 1997 come Preview Release (PR1), mentre nel mese di ottobre viene rilasciata la PR2. In realtà tali release hanno finito loro stesse per diventare la Versione 1 e la Versione 2 non essendoci stato un rilascio di release non PR (le preview release sono assimilabili alle Release Canditate e quindi alla PR2 doveva seguire la versione 1).