Menu

Mac OS 10.15 Catalina

Rilasciato ufficialmente il 7 ottobre 2019, Mac OS 10.15 Catalina si presenta con un nuovo pannello delle preferenze di sistema in cui viene rimossa la suddivisione nelle classiche 4 file. Ora nella parte alta trovano posto le impostazioni legate all’ID Apple con accesso alle impostazioni dell’account e a quelle della condivisione in famiglia. Cambia a livello grafico anche l’icona di “Utenti e Gruppi”.


macos catalina preference panel

MacOS Catalina

Accedendo alla voce Account Apple si ha ora modo di accedere ad un pannello con tutte le impostazioni dell’ID Apple e di iCloud, così come avviene su iOS e iPadOS. La grafica è del tutto simile a quella tipica di iOS/iPadOS, con un pannello a sinistra contenente le opzioni principali. Nel pannello della Generali, sotto la voce “Aspetto”, trova posto la nuova opzione “Auto” che permette al sistema di impostare la tonalità chiaro o scuro in base all’ora della giornata.

macos catalina auto apparence

Auto Apparence

Probabilmente la scelta di maggior impatto è l’addio definitivo ad iTunes. Con Catalina la sincronizzazione con i device mobile avviene semplicemente grazie al Finder: una volta collegato un iPhone o un iPad al Mac con macOS 10.15 sarà possibile utilizzare le stesse funzioni di sincronizzazione che prima si avevano con iTunes direttamente dal Finder. 

macos catalina sync

Sincornizzazione dal Finder

Rimosso iTunes, Apple presenta la nuova applicazione Musica, per la gestione dei contenuti multimediali, Podcast, per la riproduzione dei contenuti omonomi, e l’app Apple TV, per la fruizione dei contenuti della Apple TV. Nel caso di Musica, come per l’app omonima su iOS 13, è ora possibile vedere il testo della canzone che si sta riproducendo cliccando sull’icona relativa in alto a destra. Sarà possibile, inoltre, vedere la coda delle canzoni e gestire i dispositivi AirPlay 2 per la gestione della musica, come su iTunes.

macos catalina musica

La nuova app Musica

Risulta evidente come Catalina abbia molti dei miglioramenti concentrati sulla gestione dei contenuti multimediali, tanto che l’app Foto è interessata da un importante restyling nella visualizzazione delle foto, sempre sulla scia di quanto fatto in iOS13. Oltre la possibilità di seleziona tra AnniMesiGiorni e Tutte, è ora disponibile la nuova visualizzazione che va ad occupare la parte centrale della finestra.

macos catalina auto photo

Le novità in Foto

Continuando alla scoperta delle novità di Catalina, si incontra la nuova app Trova, che unifica l’ex Trova i miei Amici e Trova il mio iPhone, permettendo di localizzare i contatti che accettano di condividere la loro localizzazione oltre ai dispositivi dove è inserito l’account di iCloud. Completamente rinnovata anche l’app Promemoria che cambia look e si arricchisce di funzioni smart per il suo utilizzo.

macos catalina auto reminders

Promemoria

Le ottimizzazioni di Safari riguardano principalmente l’ottimizzazione generale del browser, così come sono poche le novità per Mail che ora offre la possibilità di bloccare indirizzi e gestire meglio la cancellazione dalle mailing List automatica grazie all’evidenziazione del link specifico.

Una delle novità più interessanti di macOS 10.15 è sicuramente Sidecar, funzionalità che permette, in accoppiata con iPadOS 13, di utilizzare l’iPad come secondo schermo di un Mac. Basterà collegare il proprio iPad al Mac e si avrà la possibilità di utilizzare in tutto e per tutto l’iPad come display attivo di estensione, ovvero non solo per la fruizione di contenuti. Sarà infatti, ad esempio, possibile usare Apple Pencil per disegnare, modificare foto con il proprio software preferito e così via. Sull’iPad sarà inoltre presente una barra laterale che conterrà i tasti essenziali di comando, controllo e maiuscole a portata di mano.

macos catalina auto sidecar

Sidecar

Novità minori riguardano una aggiornata integrazione con Apple Watch che, oltre allo sblocco del Mac, potrà essere utilizzato per autorizzare una installazione di una app, sbloccare una nota bloccata e visualizzare le password nelle preferenze di Safari.  Mentre dando un veloce sguardo all’accessibilità, si nota lo sforzo per controllare il sistema operativo con la voce in molte delle sue funzionalità primarie.

Infine, da segnalare che dopo il successo nel mondo mobile, anche MacOS si arricchisce della funzione Tempi di Utilizzo, rispecchiando le stesse funzionalità disponibili su iOS e iPadOS.

Come sempre, Apple pone particolare attenzione alla gestione della sicurezza e privacy: ora tutti i Mac che hanno il chip T2 (MacBook Air Retina 13″ e MacBook Pro Touch Bar 13″ e 15″) avranno integrato il supporto al Blocco Attivazione. In pratica, come avviene su iPhone e iPad, il seriale del Mac verrà legato al proprio ID Apple e solo ed esclusivamente con questo si potrà riattivare il computer dopo averlo inizializzato.