Menu

Il Ruggito del Leone arriva fino ad iOS

Dopo Snow Leopard, Apple cambiato nuovamente pelle, concentrandosi su iOS, sistema operativo di cui sono dotati gli iDevice, concettualmente e strutturalmente diverso da MacOS X. 

Ovviamente la casa di Cupertino non ha alcuna intenzione di abbandonare il mondo desktop, solo che stende un velo di silenzio sul futuro del suo sistema operativo, alimentando le voci secondo cui Jobs è intenzionato a far piazza pulita dei “vecchi” felini in favore del nuovo sistema operativo mobile.

back to mac

Back to the Mac

Apple smentisce categoricamente tale ipotesi e risponde con i fatti il 6 giugno del 2011 presentando MacOS X 10.7 “Lion”, che fa il suo primo ruggito ufficiale durante il tradizionale WWDC di Los Angeles e Jobs, che di lì a poco lascerà la carica di CEO di Apple per i ben noti problemi di salute, lo definisce come 

il nuovo punto di riferimento per il settore dei sistemi operativi”.

macosx 10.7

MacOS X 10.7 “Lion”

La caratteristica che subito salta agli occhi è il nuovo Launchpad, una sorta di desktop parallelo che rende il Mac molto simile a quello di un iPad/IPhone, duplicando, di fatto, le funzionalità offerte dalla classica Dock. Interessante anche le nuove Gesture Multitouch, che permettono di effettuare molte più operazioni attraverso il touchpad, come l’attivazione (movimento dal basso verso l’alto) del nuovo Mission Control tramite il quale visualizzare tutte le applicazioni aperte. 

macosx 10.7 mission control

 Mission Control

Sicuramente di rottura la scelta di Apple di rende disponibile il nuovo sistema, al momento del lancio, esclusivamente tramite il Mac Store e solo successivamente (in seguito alle pressioni dei clienti) in confezione retail su pennetta USB piuttosto che su DVD, ormai scomparso da tutti i nuovi Mac.

Così come accaduto per “Leopard” con “Snow Leopard”, “Lion” viene aggiornato con la release di consolidamento MacOS X 10.8 “Mountain Lion” (25 Luglio 2012), disponibile solo tramite l’Apple Store e non più su supporto fisico. In questa versione continua l’avvicinamento con iOS, comprovato dalla sostituzione di alcune applicazione classiche con la versione desktop di quelle mobile: si pensi a Message che sostituisce iChat. Sempre dal mondo mobile arriva il Centro Notifiche, mentre iCloud rafforza la propria integrazione e diventa, di fatto, l’elemento di scambio dei dati tra dispositivi Apple non connessi tra loro direttamente.

macosx 10.8

MacOS X 10.8 “Mountain Lion”