Menu

L'abbandono della versione X: il nuovo corso

macOS Big Sur viene rilasciato ufficialmente da Apple il 12 novembre 2020. Si tratta formalmente della v.17 di MacOS che però subisce un importante cambio di versione: non si è infatti difronte alla versione 10.16, bensì alla 11, abbandonando la storica “X” (ten)  per sottolineare il notevole passo rispetto alla versione precedente.

macos bigsur

macOS Big Sur

Le innovazioni sono evidenti sin da subito grazia ad una rinnovata interfaccia utente (la più corposa degli ultimi anni), ma è il supporto ufficiale alla transizione verso i nuovi processi Apple Silicon a guidare i cambiamenti più strutturali.

Stando a quanto dichiarato da Apple, con il nuovo processore M1 (e le successive evoluzioni di Slincon) a partire da Big Sur, macOS disporrà di prestazioni ottimizzate sotto tutti i punti di vista, grafica e consumo energetico in primis. L'intero software Mac è Universal e viene eseguito nativamente sui sistemi M1. Le app Mac non ancora aggiornate a Universal saranno eseguite con la tecnologia Rosetta 2. Un altro grande vantaggio pratico è che le app iOS e iPadOS funzionano ora anche su Mac: per gli sviluppatori significa poter creare una sola versione della loro applicazione ottimizzando il codice per l'intera famiglia di prodotti della mela.